WU MING CONTINGENT

 

 

DOMENICA 14 AGOSTO
DALLE ORE 15.30

FORTE POZZACCHIO
WU MING CONTINGENT

ORE 15.30

Presentazione del volume L'Invisibile Ovunque

Wu Ming 2 ha detto: «Il libro è costituito da quattro racconti in una sorta di progressione. Sono tutti e quattro tentativi di evadere dalla guerra una volta che ci si trova dentro; quindi non esempi di diserzione preventiva ma esempi di persone che trovandosi coinvolte nella guerra cercano di scamparla». 

L'invisibile ovunque racconta quattro vite nella Grande guerra, saltando dal fronte italiano a quello francese e ritorno. Chi vive in queste pagine sa che «niente uccide un uomo come l'obbligo di rappresentare una nazione» (Jacques Vaché) e adotta strategie per evadere dall'orrore. Qualcuno sceglie la sfida all'istituzione psichiatrica, accettando il rischio che la follia simulata diventi reale. Qualcuno si arruola negli Arditi, scansando la vita di trincea, al prezzo di divenire un uomo-arma, pugnale con braccia e gambe che un potere futuro potrà usare a suo piacimento. Qualcuno cerca di nascondersi nelle pieghe della guerra, praticando l'umorismo e il paradosso, fantasticando piani grandiosi per assaltare il mondo che ha vomitato un tale abominio. Qualcuno coltiva l'utopia di un'invisibilità che renda impossibile agli uomini combattersi.

ORE 17.30

Reading Concerto Schegge di Shrapnel 

Le voci che si alternano sono quelle di chi combattè in trincea durante il primo conflitto mondiale. Sono voci dal quotidiano, dal giorno-per-giorno di una generazione mandata al massacro. Sotto l'aspetto musicale, si tratta di materiale che è nato da jam sessions, e che presenta molteplici influenze. Il legame con Bioscop, il primo lavoro della band, è palpabile ma si tratta di un passo avanti in termini di ambizione, ricerca timbrica, utilizzo di fonti sonore che vanno oltre lo schema chitarra-basso-batteria che caratterizzava il materiale precedente.

Il lavoro ha uno stretto legame tematico con il romanzo di Wu Ming, L'invisibile Ovunque. In entrambi i casi l'obiettivo è puntato sulle vicende della prima guerra mondiale. Schegge di Shrapnel costituisce però un'esperienza musicale e narrativa autonoma, con una propria poetica e che traccia un percorso di ricerca progressivo, polifonico e multiforme. 

La formazione Wu Ming Contingent è composta da: Wu Ming 2 voce e synth, Yu Guerra basso e tastiere, Cesare Ferioli batteria e campionatore con la collaborazione di Egle Sommacal (Massimo Volume) alla chitarra.

 

 

 

 

 

 

 

Letto 2196 volte